Situazione regioni COVID-19 in Italia

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2021

Zona bianca

13
  • Abruzzo RT 0,66
  • Friuli Venezia Giulia RT 0,67
  • Emilia Romagna RT 0,64
  • Lazio RT 0,62
  • Lombardia RT 0,65
  • Liguria RT 0,64
  • Molise RT 0,86
  • PA Trento RT 0,90
  • Piemonte RT 0,71
  • Puglia RT 0,72
  • Sardegna RT 0,91
  • Umbria RT 0,77
  • Veneto RT 0,68

Zona gialla

8
  • Basilicata RT 1,21
  • Calabria RT 0,69
  • Campania RT 0,62
  • Marche RT 0,84
  • PA Bolzano RT 0,73
  • Sicilia RT 0,80
  • Toscana RT 0,74
  • Valle d'Aosta RT 0,78

Zona arancione

0
  • (nessuna regione)

Zona rossa

0

(nessuna regione)

Ultimo monitoraggio settimanale: Report dal 31 maggio al 6 giugno 2021

L’incidenza, sia sull’intero territorio nazionale che in tutte le Regioni e Province Autonome, continua a diminuire ed è in tutte le Regioni e Province Autonome sotto il 50 per 100.000 abitanti ogni 7 giorni. L’effettuazione di attività di tracciamento sistematico possono consentire una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti.

L’incidenza, sia sull’intero territorio nazionale che in tutte le Regioni e Province Autonome, continua a diminuire ed è in tutte le Regioni e Province Autonome sotto il 50 per 100.000 abitanti ogni 7 giorni. L’effettuazione di attività di tracciamento sistematico possono consentire una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti.

La circolazione di varianti che possono avere una maggiore trasmissibilità e/o eludere parzialmente la risposta immunitaria, che ha portato ad un inatteso aumento dei casi in paesi europei con alta copertura vaccinale, richiede un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi.

Il raggiungimento di una elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione rappresenta uno strumento indispensabile ai fini della prevenzione di ulteriori recrudescenze di episodi pandemici.

Fonte: Monitoraggio Situazione Covid-19

La classificazione

Regioni e Province autonome sono classificate in quattro aree - rossa, arancione, gialla e bianca - che corrispondono ad altrettanti scenari di rischio e per le quali sono previste specifiche misure restrittive.

La classificazione avviene attraverso Decreti legge o Ordinanze del Ministro della Salute, in base ai dati e alle indicazioni della Cabina di regia.

Tutte le informazioni su: Ministero della Salute